Author avatar

Louise Twyman

EDITOR STYLE

Gennaio

02/2018

CONDIVIDI

erica-davies-wellness-microsite-920x632

Cucina ordinata, mente ordinata

A cura di Erica Davies

La stilista, giornalista di moda e brand consultant Erica Davies ci racconta come il suo recente rinnovo della cucina abbia cambiato la sua routine mattutina e di come ciò che ci circonda possa influire sul nostro umore.

erica-davies-wellness-microsite-920x632

Crediti fotografici: Herringbone Kitchens

Due anni fa, nel periodo di Natale, abbiamo traslocato fuori Londra. È stato un trasferimento importante, pieno di preoccupazioni e rischi. Ci sarebbe piaciuto? Sto facendo la cosa giusta? I bambini sarebbero stati felici? Sarei PIACIUTA alla gente?!

 

La nostra nuova casa era molto più grande di quella vecchia, in cui avevamo vissuto per dieci anni e in cui avevamo cresciuto i nostri bimbi. Allo stesso tempo però, non potevamo ignorare la luce e lo spazio della campagna ed è per questo che abbiamo deciso di trasferirci.

 

Per i sei mesi in cui la nostra vita era chiusa all'interno di scatoloni, mi sono sentita depressa e di malumore. Certo, avevamo un enorme trasloco alle spalle e la mia vita era cambiata drasticamente, ma c'era dell'altro. Tutto il contesto mi sembrava strano e piatto, e non riuscivo ad ambientarmi. La casa, con i suoi spogli muri color crema, la moquette beige e la scarsa illuminazione, mi dava la sensazione di non aver fatto la scelta giusta. Era stata tinteggiata con colori totalmente sbagliati e questo mi faceva sentire sempre giù di morale.

 

Dopo aver iniziato a pitturare, stanza dopo stanza, appena i soldi ce lo permettevano, la casa ha iniziato a splendere e la sentivo più mia. Mi sono sentita a casa. È stato come se potessi finalmente rilassarmi. La cucina era il nostro ultimo progetto, il più grande e quello che necessitava più risorse economiche e gestionali. Abbiamo abbattuto muri e cambiato i pavimenti, abbiamo aggiunto dei tocchi di colore (blu scuro e rosa pallido con verde erba e rame) e un senso di continuità. Le abbiamo dato un cuore e tanto amore.

 

È il primo posto in cui siamo arrivati tutti e quattro insieme.


È la parte della casa in cui facciamo il tè e guardiamo la TV. Dove i bambini fanno i compiti e noi leggiamo il giornale della domenica. È il mio santuario. Mi sveglio mezz'ora prima degli altri, scendo in cucina, mi faccio una tazza di caffe, mi siedo sul divano verde in fondo alla stanza e mi godo la calma.

Lavoro in un mondo digitale davvero frenetico, che non conosce pause da notifiche, messaggi o e-mail. Quando non sto attaccata all'iPhone, devo stabilire delle priorità per evitare di sentirmi in ansia. Quella prima tazza della giornata mi dà un senso di calma che per me è così importante. Essendo però un'esperta di multitasking, mentre aspetto che la macchina del caffè si accenda e inebri la stanza, controllo la mia agenda per dare un'occhiata a cosa mi aspetta durante la giornata. Cerco di organizzare tutto dalla sera precedente, così che i bambini abbiano già tutto pronto per andare a scuola. 

 

Subito dopo aver accompagnato miei figli, vado in palestra per un'oretta oppure torno direttamente a casa per cucinare con calma. Lavoro da casa, ma quella mezz'oretta per la colazione è il mio momento felice: non sono ancora in zona ufficio e non c'è nessun altro in casa. Anche se essere socievoli è molto importante, cerco sempre di insegnare a miei figli che bisogna imparare a essere felici anche della propria compagnia.

 

Sono una grande patita di podcast (adoro "The High Low" con Dolly Alderton e Pandora Sykes oltre a "Hashtag Authentic" di Sara Tasker) oppure mi piace mettere della musica prima di lanciarmi a capofitto nel lavoro. 

 

Ho appena investito nell'acquisto di un computer portatile che mi permette addirittura di lavorare in cucina. Mi preparo un'altra tazza di tè, mi sistemo sul tavolo, accendo una candela e mi godo la vista del giardino. Dopo tanti anni passati a lavorare in un ufficio, mi sento davvero fortunata a poter lavorare da casa in modo flessibile. Certo, mi manca la compagnia dei colleghi, ma faccio di tutto per parlare regolarmente con le persone. Niente vale una bella chiacchierata!

 

Il tuo spazio personale è importantissimo per la salute mentale. 

 

Dovresti sempre riempirlo di cose che ami.

PRIMARK-BEAUTY-PHR-RANGE-500X500-2
28.12.17

Bellezza

Per un look sportivo da selfie

Non hai bisogno di filtri con la nuova linea beauty PHr...

Primark SS18 Wardrobe Detox, back to basics, mindfulness, wellness, shopping,
03.01.18

Donne

Ritorno ai basics

Anno nuovo, vestiti nuovi.

Author avatar

Louise Twyman

EDITOR STYLE

Gennaio

02/2018

CONDIVIDI

erica-davies-wellness-microsite-920x632

Bello!

Hai aggiunto il primo articolo ai preferiti.
Puoi visualizzarli in qualsiasi momento facendo clic qui.

È il momento di aggiornarsi?

Primark.com supporta i browser più recenti, compresi Chrome, Firefox e Safari. Assicurati di aver scaricato la versione più recente per ottenere il meglio dal sito Primark.com