Author avatar

Jayne Bibby

EDITOR STYLE

Luglio

20/2017

CONDIVIDI

THE REMARK PRIMARK

Re:Mark 100% vero amore

Quaderni, penne, evidenziatori, Post-It, raccoglitori, cucitrici, graffette, forbici: sulla mia scrivania c'è tutto questo e molto di più. Però poi la maggior parte delle mie cose creative le scrivo sul cellulare, e quindi perché questa ossessione per la cancelleria non mi abbandona? Perché non riesco a passare davanti a una cartoleria senza entrare? Cos'hanno di così speciale bloc notes & c. da farcene desiderare di nuovi ogni anno? QUESTO è 100% vero amore per me!

THE REMARK PRIMARK

La cancelleria mi riporta indietro nel tempo agli anni della scuola, quando l'inizio delle lezioni dopo la pausa estiva significava scarpe nuove, zaino nuovo e, soprattutto, un nuovo diario. Era un oggetto tutto mio, che potevo scarabocchiare a piacimento e dove potevo scrivere tutto ciò che volevo senza mettermi nei guai con la scuola. Quanti cuoricini disegnati pensando alla mia cotta del momento, durante le noiosissime ore di matematica!


Sono passati anni e ancora amo alla follia stare ore a scegliere un nuovo diario e a decidere per cosa lo userò. Legato a tutto questo c'è un enorme senso di nostalgia e, sebbene alcuni di noi ne siano ossessionati innamorati più di altri, credo di non aver mai conosciuto nessuno che odiasse la cancelleria.

 

Malgrado stia tutto il giorno con gli occhi su uno schermo e scriva in un documento Word, ancora preferisco portarmi dietro carta e penna a tutte le riunioni. Credo che a piacermi sia l'idea di essere organizzata: prendere appunti e pianificare i miei appuntamenti su carta è come disegnare una mappa della settimana che mi attende. E vogliamo parlare di quanto mi piace stilare liste di cose da fare? Provo sempre un brivido di soddisfazione quando depenno le righe della mia lista alla fine della giornata. Ogni. Singola. Volta. Chi è come me?

 

Tuttavia, fuori dall'ufficio faccio tutto sul cellulare, dalle liste della spesa allo scrivere gli articoli della mia rubrica sul treno al mattino, perché quando mi viene una scintilla d'ispirazione ho sempre paura che mi scappi via se non la annoto immediatamente.


Non si contano le volte in cui mi è venuta una grande idea per un articolo, o una rubrica, o un capitolo e ho creduto che me la sarei di certo ricordata perché... cavoli! Come si può dimenticare una genialata simile? Poi, un'ora dopo, mi ritrovavo con il vuoto totale in testa e una gran voglia di prendermi a calci. Il cellulare è sempre con me, quindi ora davvero non ho più scuse. 

Portarsi dietro una rivista da sfogliare quando ne abbiamo voglia, stringere al petto un bloc notes mentre si va a una riunione... il legame emotivo è più o meno lo stesso. Anche se viviamo nell'era digitale, non abbiamo ancora perso la voglia e il piacere di avere qualcosa da toccare. Sono certa di non essere l'unica ad avere un bloc notes personalizzato con le mie iniziali. Che poi è la versione adulta del nome scritto a pennarello sull'astuccio di scuola. E meno male che siamo cresciute!

 

Non so se l'abitudine di prendere appunti su un tablet abbia mai davvero preso piede, so per certo che usarlo per fare foto non è una buona idea, e il motivo è chiaro a chiunque si sia mai seduto dietro qualcuno che faceva foto col tablet alla fashion week. Ma lo smartphone è diverso. È facile da tenere in mano, ce l'abbiamo sempre in tasca o in borsa, e ci consente di fare più cose contemporaneamente: prendere appunti, ascoltare musica, rispondere alle telefonate e inviare messaggi. Il sogno di ogni folle animale metropolitano, e ormai una necessità di vita. Per fortuna possiamo usarlo anche per meditare, alla fine della giornata, tramite apposita app. Namasté.

 

C'è decisamente qualcosa di romantico nell'appoggiare la punta della penna su un foglio e scrivere i tuoi pensieri più intimi, che si tratti del diario segreto, di un brainstorming creativo o semplicemente dei piani per un itinerario di viaggio. Non stai soltanto organizzando la tua vita su quelle pagine, ci stai anche riponendo la tua fiducia.

 

Una cosa che certamente non perderà mai il suo fascino è ricevere una nota scritta da qualcuno, o trovare nella posta una lettera scritta a mano. Sai che qualcuno ha dedicato del tempo a scriverla apposta per te e significa molto di più di un messaggio su Facebook o di un SMS. Sarà perché ci piace ritrovare le sensazioni dei tempi della scuola, o magari desideriamo conquistare il controllo e l'indipendenza? Può darsi, e ci sto. Sarò anche una maniaca del controllo, ma almeno lo sono con tanto di bloc notes personalizzato e una penna da paura.


@jaynebibby

THE REMARK PRIMARK
13.07.17

Donne

Re:Mark Ti ricordi?

Ricordi di make-up che restano indelebili...

THE REMARK PRIMARK
06.07.17

Donne

Re:Mark Giardino urbano

Preparati ad amare il verde...🌵

Author avatar

Jayne Bibby

EDITOR STYLE

Luglio

20/2017

CONDIVIDI

THE REMARK PRIMARK

Bello!

Hai aggiunto il primo articolo ai preferiti.
Puoi visualizzarli in qualsiasi momento facendo clic qui.

È il momento di aggiornarsi?

Primark.com supporta i browser più recenti, compresi Chrome, Firefox e Safari. Assicurati di aver scaricato la versione più recente per ottenere il meglio dal sito Primark.com