Risposta al rapporto di SOMO/ICN

28 Ottobre 2014

Dichiarazione dei punti vendita Primark

Primark condivide le perplessità di SOMO e ICN sulle condizioni di lavoro e di impiego nell'industria cotoniera dell'India meridionale. Primark non si rifornisce presso la fabbrica di Sulochana, contrariamente a quanto asserito nel rapporto e alle false dichiarazioni pubblicate sul sito di Sulochana. Gli stabilimenti che per contratto riforniscono indumenti a Primark si servono di una sola delle fabbriche citate nel rapporto, la Jeyavishnu Spinntex. La società ha rilevato che qui le condizioni di lavoro e di impiego sono generalmente migliori che nelle altre fabbriche analizzate nel rapporto. Tuttavia, Primark ammette che nello stabilimento ci sono alcuni aspetti da correggere, e continuerà a offrire il proprio sostegno per risolverli.

“Primark condivide le preoccupazioni di SOMO e ICN sulle condizioni di lavoro e di impiego nell'industria cotoniera dell'India meridionale. La società accetta di buon grado il rapporto e l'invito ad agire che esso rappresenta.

Da qualche tempo Primark sta collaborando con il settore e le ONG per affrontare alcune criticità sulle condizioni della regione. Uno dei problemi sta nel fatto che spesso i rivenditori non hanno relazioni dirette con le fabbriche, che in genere riforniscono i produttori di vistitiindumenti i quali, a loro volta, riforniscono i marchi retail. A causa di questa relazione indiretta, spesso i marchi retail hanno poca influenza sulle fabbriche di cotone.

Gli stabilimenti che per contratto riforniscono indumenti a Primark si servono di una sola delle fabbriche citate nel rapporto, quella di Jeyavishnu. La società ha rilevato che qui le condizioni di lavoro e di impiego sono generalmente migliori che nelle altre fabbriche analizzate nel rapporto. Tuttavia, Primark ammette che nello stabilimento ci sono alcuni aspetti da correggere, e continuerà a offrire il proprio sostegno per risolverli. Primark è tenuta a risolvere i problemi che si presentano in qualunque anello della catena di fornitura della società.

Nel 2012 ha implementato un programma nella fabbrica di Jeyavishnu per migliorare la salute delle donne, un aspetto critico, e le lavoratrici sostengono che questo sta già portando dei benefici. La società, inoltre, ha condotto un'ispezione della fabbrica tramite il suo team di audit esperti. Le indagini continueranno e costituiranno la base per altre azioni. La società implementerà nello stabilimento il suo programma Fair Hiring, Fair Labour il prima possibile, proseguendo il processo di miglioramento delle condizioni di lavoro e di impiego.

Nel 2012 Primark ha lanciato il programma Fair Hiring, Fair Labour insieme a Verite, una ONG internazionale che fa parte dell'Alliance to End Slavery & Trafficking, il gruppo impegnato a mettere fine alla schiavitù e al traffico di esseri umani. Il programma mira a creare capacità di gestione e sistemi interni di automonitoraggio, e fornisce linee guida e strumenti pratici sul reclutamento e l'assunzione, sulla selezione di intermediari e agenti di lavoro, sulla gestione in loco e quella degli ostelli. Questo kit di strumenti ingloba l'ampio lavoro svolto fino a oggi da Verite su questi aspetti e include l'iniziativa Help Wanted dedicata alle pratiche di assunzione di lavoratori migranti e agli Ethical Broker Standard Verite-Manpower. Il programma include inoltre linee guida fornite dalle parti interessate per garantire che sia in linea con il contesto e la cultura locali.

Su scala più ampia, la società continuerà a collaborare con il settore e le ONG per migliorare le condizioni dell'industria tessile dell'intera regione.”

Note per gli editori

  1. Primark non si rifornisce dalla fabbrica di Sulochana, contrariamente a quanto affermato nel rapporto e alle false dichiarazioni pubblicate sul sito di Sulochana e su quello della sua società di produzione di indumenti, la Ennem Clothings. I legali di Primark hanno chiesto che tali affermazioni, secondo cui la fabbrica sarebbe un fornitore di Primark, vengano immediatamente rimosse dal sito. Primark è un membro del Tamil Nadu Multi-Stakeholder Group della Ethical Trading Initiative, che mira a sviluppare un piano d'azione per migliorare le condizioni di lavoro dell'industria tessile della regione, incluse le filande. Primark fa parte del comitato direttivo del gruppo, e attraverso questa iniziativa a livello settoriale, ha cercato espressamente di creare programmi volti a trattare i problemi delle giovani lavoratrici del settore.
  2. Nel 2012, Primark ha implementato nella fabbrica di Jeyavishnu il suo progetto HER sulla salute delle donne. Maggiori informazioni su questa iniziativa sono disponibili all'indirizzo www.primark.com/en/our-ethics/communities/health-and-wellbeing.

    Primark attuerà il suo programma Fair Hiring, Fair Labour a Jeyavishnu. Il programma, sviluppato in collaborazione con Verite, mira a migliorare gli standard di reclutamento e assunzione, sull'uso di intermediari e agenti del lavoro e sulla gestione in loco e degli ostelli.

  3. Nell'ambito del suo lavoro nell'India meridionale, Primark cercherà inoltre di migliorare i meccanismi di ricorso ed estendere l'attuazione del programma Fair Hiring, Fair Labour.
  4. La società fa inoltre parte del forum locale delle parti interessate, il Tirupur Stakeholders Forum, che riunisce rivenditori, ONG, sindacati e un'associazione di settore che rappresenta i produttori della regione. Primark sostiene il lavoro del forum volto a consentire ai soggetti interessati di individuare e implementare soluzioni efficaci.

Bello!

Hai aggiunto il primo articolo ai preferiti.
Puoi visualizzarli in qualsiasi momento facendo clic qui.

È il momento di aggiornarsi?

Primark.com supporta i browser più recenti, compresi Chrome, Firefox e Safari. Assicurati di aver scaricato la versione più recente per ottenere il meglio dal sito Primark.com