Scorri verso il basso

AIUTARE GLI STABILIMENTI A RISPETTARE GLI STANDARD INTERNAZIONALI

Il Team del commercio etico e della sostenibilità ambientale collabora a stretto contatto con i fornitori, i loro stabilimenti e i partner locali per erogare programmi che consentono alle industrie di affrontare problematiche ed esigenze di rilevanza locale. Riteniamo che, più la direzione e gli altri dipendenti di uno stabilimento conoscono gli standard che ci aspettiamo e ne comprendono l’importanza e più è probabile che vi si attengano. A volte ciò comporta riunioni periodiche faccia a faccia. In altri casi, si tratta di programmi di formazione o metodi più interattivi come i giochi di ruolo. In un anno tipo, vengono erogate oltre 7.000 ore di formazione.

LAVORARE CON IL MANAGEMENT NEGLI STABILIMENTI

La nostra collaborazione con il management degli stabilimenti si basa su un dialogo aperto e sincero in merito agli standard che ci attendiamo.

Il nostro Team del commercio etico e della sostenibilità ambientale trascorre molto tempo con la direzione degli stabilimenti, per verificare che i manager comprendano le varie disposizioni riportate nel Codice di condotta e cosa ci si aspetta da loro. Ad esempio, potremmo spiegare perché è necessario mantenere archivi sul personale completi o installare allarmi antincendio in ogni sezione dell’edificio. Queste attività si svolgono prevalentemente in loco, durante riunioni faccia a faccia. Tuttavia, a volte è preferibile raggiungere diversi stabilimenti simultaneamente.

Per questo organizziamo workshop esterni, per fornire formazione e supporto su problematiche importanti. I workshop offrono agli stabilimenti e ai fornitori l’opportunità di apprendere gli uni dagli altri, in ambienti separati dalle attività quotidiane della fabbrica. Il formato varia a seconda dei metodi più efficaci per il personale interessato. Ad esempio, in Turchia organizziamo solitamente workshop di una giornata che spaziano su numerosi argomenti. Si può passare dall’esame delle singole disposizioni del Codice di condotta a una panoramica della nuova legislazione come il Modern Slavery Act del Regno Unito, a un aggiornamento della formazione di sicurezza antincendio e persino alla pianificazione delle misure di emergenza in caso di un terremoto.

Normalmente i workshop sono guidati da un membro del Team del commercio etico e della sostenibilità ambientale, ma collaboriamo anche con altre organizzazioni di esperti. Ad esempio, nel sud-est asiatico abbiamo aderito al programma Better Work, una collaborazione fra l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL) delle Nazioni Unite e la Società Finanziaria Internazionale (IFC, International Finance Corporation), membro del Gruppo della Banca Mondiale. Il programma è concepito per riunire vari gruppi nel settore dell’abbigliamento al fine di migliorare le condizioni lavorative nell’industria e promuovere il rispetto dei diritti della manodopera. Attualmente partecipano al programma più di 120 stabilimenti che realizzano prodotti per Primark. Oltre a valutare la conformità di ogni stabilimento agli standard della manodopera internazionale, Better Work fornisce assistenza pratica alle singole fabbriche, al fine di aiutare i lavoratori e i datori di lavoro ad affrontare e correggere le problematiche identificate. Per uno stabilimento, far parte di Better Work significa ricevere supporto e orientamento da un’unica organizzazione centrale. Questo approccio è di grande efficacia, in quanto evita che un singolo stabilimento partecipi a varie iniziative rese disponibili da ciascuno dei marchi o dei rivenditori per cui produce.

Quando gli stabilimenti che producono per noi sono diffusi su un’ampia area geografica, come ad esempio in Cina, possono fare riferimento a una piattaforma di e-learning, frutto di un nostro investimento, e ricevere informazioni e strumenti con un semplice clic del mouse. Tramite questa piattaforma offriamo 20 diversi corsi interattivi che illustrano una varietà di argomenti, dal Codice di condotta di Primark alle procedure di assunzione.

Inoltre testiamo continuamente nuovi approcci per sostenere gli stabilimenti nel loro percorso di miglioramento. Ad esempio, nell’India del sud stiamo collaborando con l’ONG indiana locale ASK - Association for Stimulating Know How - e l’ONG statunitense Verité, nell’ambito del programma Fair Hiring Fair Labour. Il programma fornisce agli stabilimenti un kit di strumenti a supporto dei processi di reclutamento e assunzione.

SUPPORTO DELLA FORZA LAVORO NEGLI STABILIMENTI

Crediamo che, aiutando i lavoratori a comprendere meglio ciò che possono e devono aspettarsi dal proprio datore di lavoro, potremo fornire loro gli strumenti adeguati per difendersi e migliorare ulteriormente le condizioni lavorative in fabbrica. Per questo gestiamo una serie di programmi sviluppati con i lavoratori, a loro beneficio. Ad esempio, in Bangladesh, Cina e India del sud abbiamo scoperto che le immagini possono essere efficaci per presentare con maggiore realismo i diversi elementi del Codice di condotta ai lavoratori nelle fabbriche. Abbiamo collaborato con partner locali alla creazione di manifesti che mostrano rappresentazioni visive dei principi del Codice, in modo da agevolarne la comprensione da parte dei lavoratori delle fabbriche aderenti all’iniziativa.

Inoltre in Bangladesh gestiamo altri due programmi. Insieme all’ONG SHEVA abbiamo implementato un progetto sulla sicurezza antincendio. Il programma è dedicato ai manager della sicurezza antincendio degli stabilimenti, che dovranno poi formare i lavoratori in modo appropriato. I supporti comprendono un DVD e una brochure sulla sicurezza antincendio, nonché, in alcune fabbriche, una rappresentazione teatrale ad hoc. Abbiamo anche collaborato con l’Ethical Trading Initiative al Social Dialogue Programme (Programma sul dialogo sociale). Le leggi del Bangladesh impongono a tutti gli stabilimenti che contano più di 50 dipendenti di nominare un Comitato di partecipazione formato da rappresentanti eletti dai lavoratori. Il progetto aiuta le industrie a creare questi comitati e ad assicurarsi che i lavoratori che ne fanno parte vengano scelti da persone di pari livello e siano in grado di comunicare fra i colleghi e la direzione.

In India abbiamo varato il programma Drawing the Line (Tracciare il confine) in partnership con due ONG indiane: Women Win e la Naz Foundation. Il programma ha l’obiettivo di individuare nuovi metodi per coinvolgere le donne lavoratrici, fornendo loro gli strumenti e la fiducia per definire le problematiche che ritengono prioritarie, in modo da migliorare le loro fabbriche.

Oltre a cooperare con gli stabilimenti per aiutarli a comprendere e soddisfare gli standard che ci aspettiamo, gestiamo alcuni programmi di formazione per lavoratori e fabbriche, allo scopo di migliorare ulteriormente le condizioni nel settore tessile e dell’abbigliamento. Per saperne di più, fate clic su Avanti.

COME FACCIAMO

Bello!

Hai aggiunto il primo articolo ai preferiti.
Puoi visualizzarli in qualsiasi momento facendo clic qui.

È il momento di aggiornarsi?

Primark.com supporta i browser più recenti, compresi Chrome, Firefox e Safari. Assicurati di aver scaricato la versione più recente per ottenere il meglio dal sito Primark.com